Google Alert – Come scovare i titoli per i tuoi post

Se sei un blogger è fondamentale avere sempre nuove idee e capire come individuare i contenuti fondamentali per il tuo blog.

Ci sono centianai di metodi a cui molti blogger si ispirano, tuttavia oggi per continuare nella nostra rubrica su Alert, voglio segnalare anche questo.

Ci viene in aiuto il “Questions Monitoring”, ovvero il monitorare le nuove domande poste dalla rete su di un argomento.

Nel precedente articolo avevamo visto come impostare google Alert per monitorare il nostro Brand, il nostro sito e la nostra reputazione online, ora vediamo come utilizzare questo strumento per effettuare un’analisi delle domande presenti nel web tramite il Questions Monitoring di Google Alert.

ALERT PER QUESITI WEB – LA NICCHIA DI RIFERIMENTO

Per impostare efficacemente una query di Alert dobbiamo prima di tutto capire quali possono essere, in linea di massima, le domande per la nostra nicchia.

In altre parole, dobbiamo specificare i termini di interesse per il nostro settore web, cioè quali sono le parole o frasi che dovranno riguardare le domande.

Nello spiegare come impostare gli Alerts per scovare potenziali domande di interesse, prenderò in considerazione, come esempio, un sito web di “SEO” con argomenti e termini riguardanti tale nicchia.

Trattandosi di una nicchia “SEO”, i termini ricorrenti nelle domande saranno termini come: SEO, link building, page rank, google, search engine, algoritmo, hummingbird, penguin, motore di ricerca e così via…

Quindi prendiamo questi termini ed impostiamo per ogniuno di essi degli ALERTS!

ALERT PER QUESITI WEB – IMPOSTAZIONI DI UNA QUERY ALERT

Se hai seguito la guida precedente su Google Alert hai visto come utilizzare Google Alerts, ma rinfreschiamoci un po’ la memoria e vediamo come si impostano le query.

Ora che abbiamo i nostri termini di interesse, possiamo attivare i nostri “Alerts”.

Gli Alerts sono le query di ricerca (le query sono le ricerche che facciamo su google) automatiche che servono per ricevere avvisi su qualsiasi nuovo risultato appaia sul web.

Sostanzialmente è come se noi dicessimo a Google di continuare a fare domande a se stesso (le query di ricerca), e di avvisarci nel momento in cui appare qualche nuovo risultato che prima non c’era.

Però se cerchiamo domande generiche come “SEO” non è facile identificare cosa vogliono gli utenti perchè le risposte sono troppo generiche.

Per scrivere un articolo sulla SEO in generale, ci sono tante idee in campo che non serve un alert per capirlo.

Però magari sarebbe interessante sapere se ci sono persone che cercano cose come “Come si fa SEO per un sito di ******”.

E’ una ricerca casuale, ma supponiamo di essere specializzati nella SEO, e di voler cercare delle idee su articoli mirati, questo è il metodo, usare il carattere Jolly nelle nostre ricerche, e cioè l’asterisco : *

Andiamo quindi su “www.google.com/alerts” ed inseriamo le seguenti query:
“come * SEO”
“è * SEO”
“Quando * SEO”
“Può * SEO”
“Perché * SEO”
“Dove * SEO”

I risultati che ci verranno restituiti sono tutti quelli che avranno quelle parole e nel mezzo qualcosa, quindi includeremo nella nostra ricerca anche frasi come “Come si fa SEO per siti di animali” e quindi capiremo che questo tipo di articolo potrebbe riscuotere un certo interesse.

E questi sono solo alcuni esempi di query da inserire in Alert per creare degli avvisi efficaci per le domande.

Dovremo fare poi lo stesso per ogni termine che ci interessa, quindi in questo caso: link building, page rank, google, search engine, algoritmo, hummingbird, penguin, motore di ricerca… etc.

Cosa ho fatto? Ho trovato dei termini di interesse, ho creato una query in cui figurassero: il termine di interesse, dei pronomi interrogativi (dove, quando, perché, come…) e l’asterisco “*” che funziona da parola Jolly e che quindi il motore di ricerca interpreta come “qualsiasi parola”.

Facendo ciò ci appariranno tutti i risultati inerenti a domande con oggetto il termine da noi impostato, nella query di esempio “SEO”.

Come ho già detto, questo è molto utile per chi cerca informazioni ed argomenti, ma è altrettanto utile per monitorare le problematiche di un prodotto aziendale o i possibili quesiti rivolti verso le azioni di un personaggio famoso.

Se ti è pioaciuto questo articolo iscriviti alla mia newsletter per ricevere in anteprima altri articoli come questo.

iscrizione-newlsetter-pecora
Tieniti aggiornato! Iscriviti alla newsletter Mannara!
iscrizione-newlsetter-pecora