Il modello di Business o “Business Model”

businessmodelvista-01Che cos’è la cosa essenziale da conoscere, perchè un business online possa funzionare?

Un’attività online per funzionare, qualunque essa sia deve avere un modello di Business adeguato, se esiste un modello di business adeguato, l’attività funziona. Non ne avevi mai sentito parlare prima? Appunto, e vedrai quando lo applicheremo quanto ti aprirà gli occhi.

Cos’è però un modello di Business? Il modello di Business, detto in inglese “Business Model” è la combinazione di cose, che rendono un business vincente.

In questo video vedremo cos’è un Business Model e sopratutto cos’è un “Canvas” che tradotto dall’inglese significa “Scenario”, cioè uno schema che ci permetterà di analizzare e progettare ogni modello di Business, quindi ogni combinazione di “attività” che l’azienda mette in piedi per arrivare al guadagno.

Il Modello di Business dunque è l’insieme delle cose, più l’insieme delle scelte che l’azienda o un sito internet fa per arrivare al successo.

Ecco il video che ti spiega come si realizza un Modello di Business (Business Model):


Scaricare il canvas, clicca qui!
Per vedere la trascrizione del testo del video clicca qui: -> Mostra.

Queste sono le slide del video Tutorial:

Ricevi in anteprima come si compila un Business Model
iscrivitiperapprofondimenti

Qualcosa di più sul Canvas e sul Business Model

Il Canvas, del business model è un modello di analisi, uno schema inventato da uno svizzerio, il Dr. Alex Osterwalder.
Attraverso questo schema, è possibile analizzare tutte le componenti di un Business, e metterle correttamente in relazione una con l’altra.

In realtà analizzare un Modelli di Business è una cosa che si è cercato di farla al meglio per anni, ed esistono molti modi e teorie per farlo, ma in questo caso Osterwalder ha a mio avviso raggiunto un punto fondamentale, un metodo semplice e “scientifico” per arrivare ad ottenere un risultato impeccabile nello studio di un modello di Business.

Un altro modo per capirlo è questo: Un modello, in effetti è una rappresentazione della realtà, in cui se mettiamo qualcosa in entrata, il modello lo elaborerà e ci restituirà qualcosa di differente in uscita.

Ad esempio se il mio “modello di relazione” è “essere antipatico e scontroso”, se metto in entrata una “persona che mi saluta”, nel mio modello di relazione, ne uscirà che la persona sarà da me offesa e allontanata, con la conseguenza che la persona con buone probabilità se ne starà lontana da me.

Sembrerà una descrizione banale, ma questo signore è riuscito ad individuare uno schema che permette di capire TUTTE le componenti che SEMPRE sono presenti in un Business.

Quindi attraverso questo modello è possibile descrivere un business in tutte le sue caratteristiche e progettarlo chiaro in mente e su carta, ancora prima di avere investito un centesimo nel realizzarlo, e garantisco personalmente che nel compilarlo, si comprende davvero la potenzialità della nostra idea, e se davvero ha delle possibilità per il futuro.

Non solo, avere un business model ben progettato, permette di avere molti altri vantaggi, primo fra tutti, la facilità di trasmettere la propria idea ad eventuali collaboratori o investitori.

In secondo piano, è una “mappa” che permette di capire sempre da dove si è partiti e in che punto ci troviamo.

Il business model è un modello sempre in evoluzione e cambia nel tempo, quindi di volta in volta, ad ogni nuovo traguardo, semplicemente, grazie ad esso, si può ridisegnare il percorso per arrivare al nuovo obiettivo.

E in fine, una delle caratteristiche che adoro del Business Model è che permette di analizzare a fondo altri Business e capire i veri motivi per cui stanno funzionando.

La regola: Fare il Business model senza chiedersi il perchè, farlo e capire, punto

Il vero valore del Modello di Business deve essere capito, e l’unico modo è fare BENE un modello di business.

Il consiglio è di partire analizzando aziende/business dello stesso settore con livelli differenti di successo, questa è un’ottima strada per capire le dinamiche di un Modello di Business, e vedere come sono differenti tra loro e quali caratteristiche li contraddistinguono.

Analizzare ad esempio un business fiorente e confrontarlo con un business fallimentare, fa capire bene la differenza che c’è tra un modello ed un altro e fornisce una chiara idea di come quindi dovrà essere il nostro per avere successo.

Il miglior esercizio per capire il nostro business model è crearlo e analizzare altri  Business nello stesso settore seriamente, sfruttando questo modello.

Nel caso dei business online inoltre l’attività di analisi, per la maggior parte è semplice perchè completamente online, anche se in certi casi ci sono degli elementi che vedremo in articoli futuri che possono essere presi in considerazione, come ad esempio aspetti di posizionamento, o di software o strategie utilizzate che necessitano di un po’ più di competenza per essere analizzate.

Ciononostante con il business model, l’immagine che ci costruiremo in testa del nostro business, sia che ancora non esista, oppure che sia attivo già da tempo, ci aiuterà di gran lunga a capire come fare meglio già da subito, senza grandi competenze.

Scarica qui il Canvas in Italiano:

Sblocca il contenuto qui sotto condividendo su uno dei social proposti e potrai scaricare GRATIS:

– Il canvas per compilare il Business model in Italiano

– Il canvas per compilare il Business model su Excel

– Il canvas per compilare il Business Model su Openoffice

BusinessModelSpiegato-03

Condividi e Sblocca per Scaricare il Canvas PDF ed Excel

 

[sociallocker]

 Grazie per aver condiviso!

 

http://www.pecoramannara.com/wp-content/uploads/2013/06/BusinessModelCanvas_Ita.pdf

http://www.pecoramannara.com/wp-content/uploads/2013/06/Business-Model-Canvas.xlsx

http://www.pecoramannara.com/wp-content/uploads/2013/06/Business-Model-Canvas-Openoffice.ods

 

[/sociallocker]

 

Iscriviti e resta in contatto per il prossimo tutorial su come si compila un Business Model!!!

iscrizione-newlsetter-pecora
Tieniti aggiornato! Iscriviti alla newsletter Mannara!
iscrizione-newlsetter-pecora
11 Comments  

  • Michela Spagnolo

    Cara Pecoramannara, complimenti per l’articolo: siamo sempre contenti di leggere articoli sul Canvas! Se ti fa piacere passa sul nostro portale http://www.businessmodelcanvas.it e dacci un feedback, ci farebbe davvero contenti. Grazie :D

    June 17, 2013 - 7:27 pm/ Reply
  • PecoraMan

    Ciao Michela, con molto piacere mi farò vedere sul vostro sito, anche perchè stò lavorando su alcuni approfondimenti necessari a questo articolo, quindi perchè non sfruttare l’occasione.

    June 17, 2013 - 7:41 pm/ Reply
  • Gianfranco

    Ciao Andrea

    Molto,molto, istruttivo ti fa capire con faciltà dove sbagli, e dove hai sbagliato, l’ho rivisto 2/3 volte perchè lo avevo sottovalutato come insegnamento, invece devo dire che e fenomenale e molto intuitivo.
    Bravo Andrea e ancora complimenti per questo video

    August 21, 2013 - 5:34 pm/ Reply
    • Pecoramannara
      Pecoramannara Author

      Grande Gianfranco! Si lo è, sono in ritardo col pubblicare la dimostrazione di come si compila un caso reale, ma presto arriva. Anche se intuisco che non ne avrai bisogno, mi immagino che tu sia già con il business model compilato!! :) Un abbraccio

      August 21, 2013 - 9:14 pm/ Reply
  • Teresa Meli

    Grazie per i materiali sul Business Model Canvas, li sto utilizzando per le mie classi.
    Buon Natale.
    Teresa

    December 24, 2013 - 5:38 pm/ Reply
    • Pecoramannara
      Pecoramannara Author

      Grazie a te Teresa, se posso essere di aiuto fammi sapere! Buon Natale anche a te!

      December 24, 2013 - 6:30 pm/ Reply
  • enrica

    Scusa, ma dopo aver condiviso, il pulsante “SCARICA IL BUSINESS MODEL CONVAS IN EXCEL” non funziona….nel senso che non mi permette di scaricarlo ..invece mi riporta di nuovo alla tua pagina corrente. Puoi rimediare? Grazie

    Enrica Zoppi

    May 28, 2014 - 12:07 pm/ Reply
    • Pecoramannara
      Pecoramannara Author

      Ciao Enrica, prova a vedere adesso se ti funziona. Ciao

      May 28, 2014 - 7:53 pm/ Reply
  • francesco

    grazie

    June 5, 2014 - 1:54 pm/ Reply
  • Giuseppe

    Ciao Andrea,
    volevo ringraziarti per l’interessantissimo articolo che mi ha permesso di conoscere qualcosa di cui avevo sentito parlare ma ne ignoravo altissimo valore aggiunte che potrebbe dare ad un progetto di impresa. Spero di vedere presto sviluppi e casi pratici su questo argomento
    Saluti
    Giuseppe

    June 6, 2015 - 10:05 am/ Reply

Leave a Reply