Scoperta la molecola antitumore, ma il web non risponde bene: Analisi

Ci tenevo a scrivere questo post per due motivi.
Il primo, perchè un modo per utilizzare alcuni strumenti come BuzzBundle che citerò alla fine che credo oggi possano essere utili non solo al Copywriter o al marketer, ma anche ai giornalisti come a chi come utente normale cerca approfondimenti a certe notizie.
Il secondo perchè riporto alcune fonti della notizia che nell’80% delle pubblicazioni mancano, e spiego come a mio parere dovrebbe essere pubblicato un articolo così.

E per ultimo perchè spero di dare ancora più luce a questa notizia che credo possa essere un ottimo spunto di riflessione per tutti, e una speranza vera per il futuro.

Partiamo col dire che la notizia della scoperta della cellula antitumore è vera ma ancora in corso ovviamente, è una scoperta fatta da due ricercatori dell’università di Urbino, Mirco Fanelli e Vieri Fusi che hanno scoperto una molecola derivante dal Maltolo che ha delle proprietà antitumorali.

Ma come analista di webmarketing devo per forza prendere in considerazione il canale con cui mi è arrivata la notizia la prima volta e cioè con questo video che era caricato in facebook,  e non riportava il link originale:

Probabilmente derivante da questo che sembra essere il link originale del video:

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=lSikwQXI5Rc

Nei commenti del video ci si riferisce a questo Blog o notizia:
http://www.polisemantica.blogspot.it/2013/03/la-scoperta-di-mirco-fanelli-e-vieri.html

Ora è hostato anche sul mio profilo youtube perchè voglio avere la certezza che non mi venga rimosso, come si sente dire in giro che può accadere, e come purtroppo ho visto già accadere altre volte per altre cose, ma voglio fare di più e dare la notizia completa così che venga diffusa nel modo giusto approfittando della mia posizione professionale e quindi analizzare come una notizia del genere a mio parere dovrebbe essere diffusa.

Perchè le notizie muoiono?

Da una parte c’è forse una censura, dovuta a tutto quello che si dice, sul dominio delle case farmaceutiche, e delle grosse potenze, ma io credo che molto spesso si possa ricondurre semplicemente al fatto che il web non risponde bene, sopratutto perchè i media e chi posta le notizie iniziali mancano di dare il corretto contributo.

[1] Aggiungi i tuoi riferimenti

Se pubblichi un video, un’immagine, un podcast, scrivi o annuncia e divulga i tuoi riferimenti dentro la pubblicazione, se qualcuno lo condivide non vede i tuoi commenti o i link nel tuo sito, ma dal video può avere approfondimenti.

Facciamo una veloce analisi del video. Il signore che qui parla e mette la sua faccia, (e lo ringrazio vivamente per questo) non dice il suo nome e non da indicazioni di dove trovare un post originale, o un articolo su cui approfondire la notizia che riporta e verificare la veridicità della notizia con fonti autorevoli.

Questo lo fa nella pubblicazione originale nei commenti, ma per una notizia di questo tipo poteva essere importante averli all’interno del video.

Un navigatore medio a volte non ne ha nemmeno l’interesse, ma i lettori interessati ne hanno il bisogno ed il diritto quindi vediamo un po’ di regole.

[2] Completa il materiale

Riporta immagini, video, link, e quanto più possibile si possa reperire sull’argomento

La notizia è stata pubblicata dal Magazine online dell’università di Urbino Carlo Bo il 22 Marzo del 2013 a questo inidirizzo:
http://post.uniurb.it/?p=3567

La notizia poi è apparsa su un comunicato stampa il 25 marzo 2013 http://www.lswn.it/comunicati/…molecole_per_lotta_ai_tumori ed è stata  pubblicata dai giornali in questo modo il 23 marzo, quindi prima del comunicato.

BGhfLKWCMAA8kuV

Dunque non corrisponde al vero che la notizia non sia finita sulla stampa, qualcuno asserisce di averla sentita anche su RaiNews, ma probabilmente corrisponde al vero che non riceverà la visibilità necessaria, visto che è già una notizia di qualche mese, e forse che verrà in qualche modo censurata o messa da parte.

Ma anche dobbiamo vedere la notizia nella sua forma originale e non creare false speranze quando la ricerca è sempre in corso e non sempre facile ottenere risultati.

Come si nota la notizia sul giornale non ha un riscontro ne di riviste scientifiche che pubblicano la cosa, come invece in modo eccellente ritengo sia stato fatto invece in questi articoli:
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8455.11

che a mio parere insegna come si deve muovere una vera testata online visto anche il potere del web di poter raccogliere più notizie e riportarle attraverso più fonti multimediali in un unica pagina. Certo, sempre si può fare di meglio, ma aggiungendo un po’ di pubblicazioni diamo l’opportunità a chi vuole approfondire di farlo.

[3] Cita le fonti

Cita una Fonte autorevole sempre in modo che la notizia sia verificata e completa:

Una fonte autorevole per questo articolo è decisamente il Magazine online ufficiale dell’università che si trova come dicevo a questa pagina:
http://post.uniurb.it/?p=3567

[4] Rispetta i tuoi lettori

Non dare false speranze, fanno certamente più scena e diffusione, ma il rispetto per i tuoi lettori prima di tutto

Rosita Celentano stessa scrive sul suo twitter della notizia: http://t.co/OuCdcbjKsu
Ma in effetti ancora non ci sono degli articoli che permettano di comprendere la reale portata della notizia, anzi aggiunge un tono sensazionale che da una viralità indubbia, sopratutto vista la popolarità del profilo, ma vogliamo impressionare o informare? Io direi tutti e due, quindi spargiamo la voce ma nel modo giusto no?

Non dobbiamo dimenticare che trattiamo di un argomento veramente delicato dove, sopratutto se persone seriamente interessate, dare false speranze o informazioni errate potrebbe essere anche una grande ferita quindi va bene il titolo con luci e suoni per rendere la notizia virale, ma diamogli una connotazione onesta e citiamo fonti e commenti, sopratutto dei ricercatori stessi se possibile perchè fanno la differenza.

[5] Chiedi i commenti

Usa i commenti per integrare la notizia se non hai informazioni certe.

Parrebbe che ci sia in rete un commento ora irreperibile del Vieri Fusi
ma l’informazione non è verificata perchè non ho trovato la fonte, ma solo un commento che lo cita e tracce su Google, tutti link però che non riportano poi a nulla di concreto, quindi se qualcuno potesse smentire o confermare nei commenti ve ne sarei grato.

Ecco la citazione di Vieri Fusi ricercatore sul Maltolo:

Si rischia di far trapelare messaggi non corretti. Ci tengo a precisare che le molecole che abbiamo brevettato non devono essere considerate la soluzione nella lotta contro il cancro. Siamo in una fase sperimentale che sta dando ottimi risultati ma ancora lontana dalla sperimentazione clinica. […]Le nostre molecole ad oggi sono promettenti…la futura attività di ricerca dimostrerà se sarà possibile utilizzarle nell’uomo e con quali benefici.[…]”

cit Vieri Fusi, ricercatore sul maltolo

Ecco alcun immagini che la citano:

VINTA LA BATTAGLIA CONTRO IL CANCRO ? TROVATA MOLECOLA ANTITUMORALE - YouTube 2013-07-15 14-38-13

Ed ecco le tracce su google:

"si rischia di far trapelare messaggi non corretti" veri fusi - Cerca con Google 2013-07-15 14-20-52

E ricercando poi nei siti sembra che la frase sia stata pubblicata e poi rimossa.

Leggendo questo articolo si capisce che c’è della sperimentazione in corso e servirà tempo e studi perchè venga prodotta una vera cura.

[6] Diffondi la notizia

Pubblica la notizia più che puoi, postala nei vari social network e falla condividere, sopratutto se fa bene alle persone leggere la notizia completa.

Se un articolo è ben fatto al contrario di quello che si dice, o dicono le regole ufficiali, se resta nell’oblio non otterrà alcuna visibilità nonostante al sua qualità, quindi condividete e fate conoscere l’argomento.

Strumenti utilizzati per la ricerca:

BuzzBundle

Uno degli strumenti che amo di più e ritengo che venga pubblicizzato nel modo errato è buzzbundle, perchè è uno strumento che pur essendo nato con l’idea di facilitare il lavoro di chi deve svolgere le attività di marketing, è uno strumento che permette di avere in breve tempo tantissimo materiale riguardante una serie di parole chiavi, utilissimo per scrivere un articolo e ottenere informazioni in merito all’argomento, ed inoltre straordinario per trovare i canali giusti dove diffondere l’informazione.

Vuoi il dettaglio delle pubblicazioni?

Condividi per sbloccare i contenuti nascosti:

 

[sociallocker]

Grazie per aver condiviso!!

– Synthesis, basicity, structural characterization, and biochemical properties of two [(3-hydroxy-4-pyron-2-yl)methyl]amine derivatives showing antineoplastic features. Amatori S, Ambrosi G, Fanelli M, Formica M, Fusi V, Giorgi L, Macedi E, Micheloni M, Paoli P, Pontellini R, Rossi P.

J Org Chem. 2012 Mar 2;77(5):2207-18. doi: 10.1021/jo202270j. Epub 2012 Feb 22.

– Malten, a new synthetic molecule showing in vitro antiproliferative activity against tumour cells and induction of complex DNA structural alterations.Amatori S, Bagaloni I, Macedi E, Formica M, Giorgi L, Fusi V, Fanelli M.

Br J Cancer. 2010 Jul 13;103(2):239-48. doi: 10.1038/sj.bjc.6605745. Epub 2010 Jun 22.

– Attestato di Brevetto per Invenzione Industriale – Ministero dello Sviluppo Economico – del 22.02.2012 (n° 0001392249) – Inventori: Fanelli-Fusi

da www.altrogiornale.org/news.php?extend.8455.11

Fonte: http://www.lswn.it/comunicati/stampa/…molecole_per_lotta_ai_tumori

 

[/sociallocker]

 

iscrizione-newlsetter-pecora
Tieniti aggiornato! Iscriviti alla newsletter Mannara!
iscrizione-newlsetter-pecora